Provaci a 4,90€. Clicca qui ➔

Web marketing personal trainer, come migliorarlo e superare i tuoi concorrenti

Web marketing personal trainer, come bisogna muoversi per mettere in atto tattiche che funzionino e che siano davvero in grado di lasciare in dietro i tuoi concorrenti? Ci sono diverse azioni da compiere, dall’analisi del mercato al curare la propria presenza online. Qui ti do alcuni consigli facili da mettere in pratica e che ti saranno di grande aiuto. 

web-marketing-personal-trainer

Vuoi fare della tua passione per il fitness un lavoro? È un’idea che stanno avendo in tanti in questo momento: capannoni riportati in vita e adibiti a palestre, numero di discipline in aumento e nuovi mercati che si aprono a platee di clienti sempre più ampie.

Ma come abbiamo detto, in molti si stanno tuffando in questo business e bisogna studiare e ingegnarsi per farsi notare rispetto alla concorrenza. Abbiamo già svelato alcuni trucchi per migliorare il marketing di una palestra ma come promuovere i servizi di PT? Ci sono vari metodi e strategie e vanno seguiti passo dopo passo.

Web marketing personal trainer: analisi del mercato

Il primo passo è capire e scegliere in che fetta di mercato vogliamo inserirci: nel nostro caso bisognerà vedere quale tipologia di cliente possiamo intercettare. In un quartiere ad alta densità di anziani potremmo offrire corsi di ginnastica dolce o di nuoto. In un circondario giovane ci specializzeremo nell’offrire corsi di arti marziali o di bodybuilding ecc.

In questa fase daremo anche una rapida occhiata a come si comporta la concorrenza. Se vediamo che nelle vicinanze ci sono diverse piscine o ring verteremo su altre discipline, per evitare scontri commerciali che ci vedono in svantaggio essendo gli ultimi arrivati.

Personal trainer online: la presenza su Google

Non è finita qui, non dobbiamo collocarci nella giusta zona fisicamente ma, ormai nel 2022 è d’obbligo, studiare le strategie per piazzarci nella posizione ideale negli spazi virtuali offerti da Google, cioè nella posizione più alta.

La prima cosa da fare sarà un’analisi delle keyword, ovvero capire quali parole digitano le persone quando svolgono ricerche che riguarderanno il business della nostra azienda. Ormai è acclarato che la gran parte degli acquisti passa attraverso la ricerca su Google, vale lo stesso anche per le sottoscrizioni di abbonamenti per la palestra.

Diamo il via alla nostra analisi di mercato attraverso gli strumenti che ci fornisce Google. I primi che ci vengono in mente sono Google Trends e Google Suggests. Il primo fornisce indicazioni dei termini ricercati in un determinato periodo di tempo di una specifica area geografica. Un buon punto di partenza per conoscere gli interessi dei nostri potenziali clienti. Il secondo non è altro che la finestrella dei suggerimenti che vedi comparire quando digiti le lettere sulla barra di ricerca. Con diversi tentativi puoi farti un’idea delle combinazioni di parole più ricercate e farti un’impressione delle specificità di alcuni argomenti.

In fondo alla pagina web di Google troverai diversi suggerimenti con le parole cliccate per la ricerca. Grazie a Google Analytics e Google Search Console possiamo tracciare le parole utilizzate dall’utenza Google prima ancora della visita ad una pagina web.

7 Consigli di web marketing per migliorare

Ora bisogna stilare un’analisi dei punti di criticitàe dei punti di forza del sito web o delle pagine social dell’azienda. L’aspetto estetico conta indubbiamente ma ci sono altri fattori oggettivi che vanno tenuti in conto e sui quali è possibile metterci mano dopo aver effettuato varie analisi utilizzando i KPI (Key Performance Indicators).

  1. Una delle prime cose da verificare è la responsiveness, ovvero la ricettività o la capacità di risposta del nostro sito per l’utenza mobile. Al giorno d’oggi è fondamentale avere una piattaforma che viaggi indistintamente sia da PC che da smartphone, avendo quest’ultimo raggiunto prestazioni non inferiori ai computer. Google ci dà una mano a stimare e analizzare questo aspetto grazie al suo test di ottimizzazione mobile.
  2. Un altro aspetto da considerare è l’usabilità del nostro sito web. Dovremo migliorare la user experience e rendere la navigabilità del sito il più scorrevole possibile. La mappa, i menù e le varie voci che descriveranno i nostri corsi o i nostri istruttori devono essere chiari e intuitivi. Il potenziale cliente deve aver voglia di ritornare o restare il più a lungo possibile nel nostro spazio. Qui dovrete affidarvi ad un bravo User Designer che vi strutturerà il sito in modo da rendere la user experience la migliore che possiate offrire.
  3. Un aspetto che si lega a quello dell’usabilità è la presenza di una buona CTA (Call to Action). In parole povere per CTA s’intendono tutte quelle azioni che rendono il visitatore della pagina più attivo migliorando la user experience in maniera più profonda, con la possibilità di fidelizzarlo. In concreto sono quei bottoni che ci guidano a nuove interazioni e a nuove pagine. Per CTA si possono intendere anche quei link che troviamo spesso come “Scopri di più”, “Scarica”, “Chi siamo”. Attraverso questi bottoni possiamo analizzare come il cliente si muove nel mondo digitale, così da guidarlo nelle pagine che desideriamo promuovere. Con la CTA possiamo anche spingere determinati prodotti, basti pensare ai siti di e-commerce quando cercano di farti cliccare su altri articoli con la voce “i clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche quest’altro articolo”. Nel nostro caso potremo guidare il cliente a svolgere delle azioni per fargli scaricare un coupon con il quale avrà uno sconto sull’abbonamento qualora lo mostrerà nella nostra struttura.
  4. Prima abbiamo parlato dell’ottimizzazione del sito sui dispositivi mobile ora ci soffermeremo su un aspetto simile: la velocità di caricamento della pagina. Un potenziale consumatore sarà meno invogliato a navigare su siti lenti e che caricano le pagine a singhiozzo. Questo aspetto è determinante anche nel posizionamento che i motori di ricerca danno ai vari siti. Se abbiamo un sito poco veloce questo ci relegherà più in basso nelle ricerche rispetto ai nostri concorrenti. Potete trovare delle pagine apposite dove incollerete l’URL del sito e vi daranno un responso tecnico sulla velocità di caricamento.
  5. Altra cosa fondamentale per scalare le posizioni più alte dei motori di ricerca è essere originali ed evitare contenuti duplicati. Sembra banale ma non lo è e i motori di ricerca captano velocemente questo tipo di feature.
  6. Appare ormai scontato nel 2022 ma la presenza sui social va seguita e curata. I social sono di fatto un’estensione della nostra vita sociale. Osserviamo il mondo ormai con i filtri ed entriamo in discussioni o in negozi usando la porta degli #. Quindi cerchiamo di postare più video di attività quotidiane, allenamenti o tour della nostra struttura, e scrivere gli hashtags giusti, altrimenti l’algoritmo delle piattaforme ci farà apparire saltuariamente rispetto a chi sa come sfruttare la leva dei social per farsi conoscere.
  7. Infine, per sfruttare l’algoritmo di Google a nostro vantaggio dovremo effettuare attività diSEO (Search Engine Optimization). Ovvero, tutti i modi che abbiamo con i quali la nostra pagina web può scalare la vetta della pagina 1 dei motori di ricerca: tag, parole chiave(karate, body building, addome) ecc.

Utilizzando tutti questi strumenti avrete una marcia in più nel farvi notare ed avviare il vostro business in modo ottimale e senza inciampi.

A proposito di SEO, sai che per migliorare il posizionamento del tuo sito web hai una preziosa alleata? Si chiama Link Building. La link building è una tattica SEO che si basa sul miglioramento e sull’incremento dei collegamenti esterni verso un sito web. Questa azione è importante per il posizionamento perché consente di aumentare il ranking del sito nei risultati di ricerca, migliorando la visibilità e l’accessibilità delle pagine.

La link building è importante per la SEO perché aiuta a migliorare il posizionamento di un sito nei risultati dei motori di ricerca. Questo avviene perché i link sono un indicatore importante del grado di popolarità di un sito. Più siti web condividono i propri contenuti con il tuo, più sarai considerato autorevole e popolare dai motori di ricerca.

Se non la conosci e vorresti provarne i benefici, la nostra agenzia di Link Building mette a disposizione il Servizio di Link Building ad un prezzo scontato per chi non è ancora nostro cliente: attraverso il nostro try potrai aver modo di capire come funziona e ciò che potrai ottenere.

Provaci ADESSO

4,90+IVA (invece di 57€)
  • Offerta valida fino al 15 Ottobre 2022
  • Garanzia pubblicazione entro 7 GIORNI
  • Articolo di almeno 600 PAROLE
  • Non accettiamo i seguenti argomenti: Adult, Erotico, Gambling, CBD

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci
  • Per ricevere maggiori informazioni
  • Per pianificare una strategia personalizzata

Articoli correlati

keyword-research-stagionale

Keyword research stagionale: che cosa è?

La keyword research stagionale è un’attività fondamentale, soprattutto in determinati settori come, per esempio, quello del turismo, quello della ristorazione, dolciario e via dicendo. Tenere